DOMENICA 14 FEBBRAIO

COLLEGE UNIVERSITARIO SANT’EFISIO – via Monsignor Cogoni (traversa di via Cadello) – Cagliari.

Le prime lezioni nell’anno accademico 2015-16 di Regalità individuale 2 e Nostalgiologia.

Si comincerà con Regalità Individuale 2. Per approfondire la sua materia Filippo Martinez accompagnerà i presenti nei labirinti profondi di quella che definisce ‘Teologia erotica’, disciplina per la quale noi siamo ciò che accogliamo, ciò che regaliamo e ciò che trascendiamo. Per sviluppare questo assunto il docente avverte che non avrà scrupoli: somministrerà a tutti i presenti dosi massicce di potenti stupefacenti umani.
Seguirà la prima lezione di tutti i tempi di una materia che esiste solo nell’Università di Aristan: Nostalgiologia. I docenti saranno il musicista, scrittore e showman Renzo Cugis e il grande chitarrista Samuele Dessì. Ecco come Renzo Cugis introduce questo appuntamento: “Si stava peggio quando si stava peggio” è un’affermazione ed è il titolo della prima lezione del corso di Nostalgiologia. Riconsiderare il passato per riconsiderare il presente e, tutto sommato, essergli grati. Al presente.

Per l’occasione torneranno ad Aristan i favolosi Bateras Beat, la loro felpata presenza musicale farà da gentile contrappunto alle lezioni.
Si comincerà alle 18,00 ma le porte dell’aula saranno aperte dalle 17,15. Acquistando il biglietto potranno partecipare anche i non iscritti.
DOMENICA-14febbraio-SITO

FacebookTwitterGoogle+Google GmailShare

 

pongua-falls-vietnam_1

 

SALMO n 20. DONNA… DIO… DAMMI DA BERE


Editoriale del 13 febbraio 2016

Quando leggono in chiesa il brano cosiddetto della Samaritana (Vangelo di Giovanni, cap. 4), i cattolici romani, frettolosi e pieni di loro teologia, trascurano la regola elementare che un racconto si comincia a leggere … dall’inizio: Gesù letteralmente fugge da un posto dove si stanno diffondendo voci false di concorrenza su un suo “di più” di successo profetico rispetto a Giovanni il Battista. «Doveva» capitare, però, che per tornare in Galilea Gesù programmi di passare per un altro territorio da sempre in concorrenza religiosa con la Giudea che sta lasciando, e attraverso il quale egli sa che può solo «passare». A meno che capiti anche, per caso, che… Stanco per il viaggio, egli è seduto presso il pozzo di Giacobbe, ma non ha di che attingere e aspetta che i suoi discepoli tornino dal paese vicino con una provvista di cibi. Ed ecco capita, per caso, che, nell’ora più calda del giorno, una donna samaritana viene per attingere… Da quelle parti, un uomo non si intrattiene, di per sé nemmeno oggi, a parlare in pubblico con una donna, e poi, “di più”, non esiste proprio che uno di Giudea possa parlare con una di Samaria… e, “di più”, basterebbe aspettare un po’ e “i suoi” arriveranno … Ma “il fatto è” che Gesù ha sete, ha talmente sete… «Donna, dammi da bere».

Quella tua povera domanda da bambino assetato
cancella, Signore, ogni concorrenza religiosa,
ogni corsa a prudenze e perfezioni dei “di più”.
I bisogni non sono tentazioni,
da vincere inseguendo “di più”, a escludere.
In te sono futuro, a partire dai “di meno”, a includere.

«Ho sete», come alla donna a Dio
dirai ultime tue parole sulla croce:
«per compiere ogni cosa».
Solo prendendo sul serio la tua sete,
fino alla fine, Signore,
tu sei per noi sorgente d’acqua che zampilla.

Antonio Pinna
(salmista di Aristan)

COGLI L’ATTIMO

 

La canzone fa parte della colonna sonora del film, uscito lo stesso anno, Pensavo fosse amore… invece era un calesse, diretto e interpretato da Massimo Troisi

FacebookTwitterGoogle+Google GmailShare

Inviate il vostro "attimo" al filmnauta Gianni Stocchino (gianni.stocchino@aristan.it)


Archivio Editoriali

  • powered by TinyLetter

    61+p90YjF9L._SX258_BO1,204,203,200_

  • Articoli recenti

  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA

    testo - lyric

    MASTER DI REGALITÀ INDIVIDUALE - VIDEO


    MASTER

    MASTER DI REGALITÀ INDIVIDUALE - FOTO


    1897964_643529669016138_1762369566_n

  •  

     

    Università di Aristan


     

     

    FacebookTwitterGoogle+Google GmailShare