2021 SUL SOPWITH CAMEL


Editoriale del 4 gennaio 2021

Questo è stato uno dei migliori capodanni della mia vita. Era da tanto che avevo chiesto a Charlie Brown di accompagnarmi nella cuccia di Snoopy per vedere il suo famoso van Gogh, e lui mi ha dato appuntamento proprio il 31 dicembre alle 23:30. Ero eccitato. Sono arrivato un po’ in anticipo ma Charlie era già lì con Linus; ci siamo abbracciati e siamo subito entrati. Snoopy, come sempre è rimasto sul tetto della cuccia. Abbiamo visitato la sala da biliardo, poi il tepidarium, poi la collezione di silhouette settecentesche, poi la serra di cristallo con ciclamini azzurri. Quando infine siamo giunti al van Gogh – una campagna intorno a Auvers-sur-Oise sotto la pioggia – purtroppo mi sono reso conto che si trattava di un falso. Un falso dozzinale. È stata una piccola delusione ma ho preferito non dirlo, tanto è un quadro che non deve essere venduto. Siamo usciti a mezzanotte in punto e Snoopy per festeggiare il 2021 mi ha invitato a fare un giro sul suo Sopwith Camel. Il cielo era pieno di stelle e la temperatura molto mite per la stagione. Abbiamo volato per ore, è stato bellissimo. Alla fine, minaccioso, è spuntato all’orizzonte il maledetto Barone Rosso, ma ormai era l’alba e noi avevamo già iniziato la manovra d’atterraggio. Dall’alto ci ha gridato qualcosa in tedesco; noi non abbiamo capito nulla ma, nel dubbio, gli abbiamo sparato una raffica di ululati e pernacchioni. Se l’è presa in saccoccia.

Filippo Martinez (Pilota in seconda)

“Alla fine, minaccioso, è spuntato all’orizzonte il maledetto Barone Rosso, ma ormai era l’alba e noi avevamo già iniziato la manovra d’atterraggio.”
Da 2021 SUL SOPWITH CAMEL – Editoriale di Filippo Martinez (Pilota in seconda)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA