ABBASSA LO SGUARDO!


Editoriale del 14 luglio 2013

Sono “ “ e sono il tasto preferito della tua tastiera. Ricordi i primi tempi quando toccavi la mia ampia superficie con tre, quattro dita, se non addirittura col palmo della mano? Ti rassicurava affondare morbidamente i tuoi polpastrelli sul mio dorso e sentire lo schiocco di fine corsa della molla esausta. E mi trovavi sempre, anche con la coda dell’occhio. C’era intesa e sentivo che ero speciale per te.
Negli anni ho riempito innumerevoli spazi della tua vita, ma poi hai cominciato a prendere dimestichezza anche con gli altri tasti, eccetto che con “ì^~”, che ha continuato a vivere in perfetta solitudine.
Ora è un saliscendi senz’amore, mi sento sfiancato, non hai più bisogno neanche di guardarmi. I tuoi occhi puntano dritto verso lo schermo e le tue meravigliose unghie smaltate fuxia fluo digitano seguendo direttamente i tuoi pensieri di donna in carriera, senza mai abbassare lo sguardo, neanche per un cenno d’intesa. Credo che ormai non mi distingua più dagli altri. Mi vedo coinvolto in trame confuse, che non capisco più, e non sono più sicuro di sapere chi veramente sono

Alessandro Chessa
(Econofisico ad Aristan)

COGLI L’ATTIMO

 

>

Ciccione balla i Black Eyed Peas

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA