AFFARI DI FAMIGLIA


Editoriale del 18 ottobre 2020

Sono solo sei! Li ho contati e ricontati. Qui c’è qualcosa che non torna. Erano sette, sì sette, ne sono certissima. Perché? Come perché? Come faccio a esserne certa? Erano sette, me lo ricordo, io conto tutto per sette, e poi li ho fatti io perciò ne sono certa. Lo vedi? Uno due tre quattro cinque sei, e il sette? Sparito! Me l’avrà rubato qualcuno, sono così belli, tutti quanti, uno più bello dell’altro e tutti diversi, me l’hanno rubato certamente. Mio dio, e adesso chi lo sente, “sei la solita sbadata, sei distratta, non ti affido più nulla”. Mannaggia, una esce tranquilla e torna agitata, ma come è possibile mi domando, l’avrò dimenticato da qualche parte? Fammi fare memoria. Silenzio! E chi ci riesce a fare memoria se strillano tutti come aquile! Zitti! State zitti tutti. Aspetta un attimo. Uno, due, tre, quattro, cinque, sei e sette! Sono sette! Esci subito da lì sotto! Lo vedi? Mi sto esaurendo! Tra l’altro ero convinta che mi fosse sparito il maschietto, pensa che sciocca, e invece mi era sparita la femminuccia. Meno male che l’ho trovata altrimenti chi lo sente mio marito, eh sì cara mia, mi avrebbe fatto un lisc’e busso se fossi tornata senza la femminuccia, e come dargli torto? Ci teniamo tantissimo.
Giovanna Ferraro (Assistente di volo di Aristan)

“Erano sette, me lo ricordo, io conto tutto per sette.”
Da AFFARI DI FAMIGLIA – Editoriale di Giovanna Ferraro (Assistente di volo di Aristan)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA