ALBERTO MAGNO e il problema dell'androide


Editoriale del 5 aprile 2017

Alberto Magno fu uno dei più grandi filosofi e teologi del medioevo. Era, però, in odore di magia perché pare avesse costruito una testa capace di pronunciare qualche parola. Rispose che non di occultismo si trattava ma di meccanica, sostenendo che l’uomo poteva costruire congegni in grado di imitare le sue azioni. E li chiamò androidi dal greco ανήρ anēr, cioè l’essere umano nella sua fisicità, da opporsi alla sua persona etica. Infatti è facile inventare un robot che vinca la maratona ma quasi impossibile costruirne un altro che inventi il primo.

Antonangelo Liori
(Microbiografo di Aristan)

..sostenendo che l’uomo poteva costruire congegni in grado di imitare le sue azioni. E li chiamò androidi… (da ALBERTO MAGNO e il problema dell’androide, editoriale di Antonangelo Liori)

La creazione di Maria – da Metropolis (1927) diretto da Fritz Lang

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA