ALGORITMI


Editoriale del 1 giugno 2017

Chi sarà mai in grado di calcolare davvero a quanti anni, mesi, giorni o secondi di vita dovrò rinunciare a causa delle polveri sottili -fini o ultrafini- o più in generale del fumo che respiro? E se a questi venissero aggiunti gli anni, i mesi, i giorni, i secondi di vita che ho già perso a causa dei drink alcolici, del mercurio nel tonno, dell’arsenico nell’acqua, del grasso addominale, della radioattività, dell’olio di palma, delle onde elettromagnetiche e via elencando? A occhio e croce è da quando sono nato che sono esposto a qualcosa che diminuisce il tempo che mi resta da vivere. Ma allora, tirando le somme, perché non sono ancora morto?

Marco Schintu
(Ufficio pesi e misure di Aristan)

A occhio e croce è da quando sono nato che sono esposto a qualcosa che diminuisce il tempo che mi resta da vivere. Ma allora, tirando le somme, perché non sono ancora morto?

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA