AMARE È TRASFORMARE LA CRISALIDE IN FARFALLA


Editoriale del 3 GENNAIO 2014

Ci sono modi diversi di considerare il rapporto tra una persona e il suo ritratto. Oscar Wilde, con la storia di Dorian Gray e del ritratto regalatogli da un amico pittore che lo riproduce nel colmo della gioventù e della bellezza, ce ne propone uno. Quello del narcisista che travasa nel quadro tutte le tracce dei vizi e dei delitti da lui compiuti, consegnandogli la parte negativa della sua sostanza psichica e morale e compiacendosi del fatto che sia quest’immagine fedele a invecchiare e a imbruttire progressivamente.
Bertolt Brecht ne descrive un altro, del tutto opposto. Quello di chi capisce che fare un ritratto dell’altro con cui si entra in contatto significa estrarre dal bruco la farfalla che nasconde, cioè proporgli un’immagine dinamica del suo sé, un modello di quel che potrebbe diventare. Da questo punto di vista non è tanto importante che le immagini assomiglino al prossimo, quanto che questo prossimo divenga simile alle immagini che ne vengono fatte. Non solo il ritratto di un uomo deve venir cambiato quando l’uomo cambia, ma anche l’uomo può e deve mutare quando gli si presenta un buon ritratto. Se si ama qualcuno gli si deve dunque donare un buon ritratto, nel quale vengano introdotti modi di comportamento e stili di pensiero che l’altro da solo non troverebbe. Questi tipi di comportamento suggeriti, se risultano efficaci e se contengono proposte realizzabili, non restano illusioni del “ritrattista”, diventano realtà. L’immagine poco a poco diventa produttiva, capace di mutare colui che è stato ritratto, di migliorarlo, rendendolo sempre più simile al ritratto ideale che ne è stato fatto. Consegnare all’altro un’immagine come questa significa amare.

Silvano Tagliagambe
(Epistemeudomonologo di Aristan)

COGLI L’ATTIMO

 

Suggeritore di comportamenti, battute e prodotti da un carosello pubblicitario

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA