ARISTAN: SETTARI A CHI?


editoriale del 16 gennaio 2012

No perditempo, precisano certi annunci economici. Noi invece vorremmo farne un appello solidale: non perdete tempo in ricerche dietrologiche sull’università di Aristan. Guardare (e toccare) per credere: la politica c’è ma mai partitica, difatti nel corpo docente trovate il dirigente del Pd, il militante indipendentista e l’intellettuale di destra. Più, naturalmente, i cani sciolti: poco cani, molto sciolti. Inutile investigare sul resto: Aristan non è una setta (semmai settaria, ma in senso di regalità individuale), non è interessata alla New Age e non ha niente da offrire salvo se stessa: a metà del guado fra sonno e ragione. Prima che arrivi il coma.

Giorgio Pisano

COGLI L’ATTIMO

dal film “Green Card – Matrimonio di convenienza”, 1990 Peter Weir
(scelto da Betty)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA