ATTENTI A NON INVECCHIARE, RISCHIATE DI MORIRE DI CANCRO


Editoriale del 26 ottobre 2017

Sono perfettamente conscio che quello che mangio, quello che respiro, quello che tocco, mi espone ogni giorno a centinaia di sostanze cancerogene, certe o presunte. Potrei certamente cambiare le mie abitudini, ma non è solo colpa mia. Con chi me la dovrei prendere se l’aria della città in cui vivo è irrespirabile? Non fumo, certo. Un po’ però bevo, faccio sesso non protetto, prendo il sole nelle ore più calde e mangio carne, tal quale o sotto forma di salsicce o culatelli. Mi piace il riso, che contiene arsenico, e non rinuncio al burro di arachidi contaminato dalle aflatossine, giusto per non farmi mancare il rischio di tumore del fegato. In una parola, vivo. Per non ammalarmi confido pertanto nel Signore, nei geni, nel mio sistema immunitario, ma soprattutto nella fortuna. Mi sento come se tutti i giorni fossi costretto ad attraversare una strada trafficatissima con una benda sugli occhi. “Visto che sono cancerogeni, mangiate carne rossa e insaccati solo una o due volte la settimana, magari accompagnandoli con un bel piatto di verdure antiossidanti”, suggeriscono gli esperti. Certo, se attraverso la strada una volta la settimana invece che tutti i giorni rischio di meno. Prima o poi però un’auto m’investe. E allora? Oltre che al culatello a cosa dovrei rinunciare? Il maggiore responsabile dell’aumento dell’incidenza del cancro- è dimostrato- è il fatto che si vive più a lungo. Più s’invecchia, più cresce la probabilità di ammalarsi di tumore. Bisognerebbe allora inserire tra i cancerogeni certi l’invecchiamento. Chissà in quanti si darebbero una regolata. Meglio non invecchiare.

Marco Schintu
(Ufficio pesi e misure Università di Aristan)

Per non ammalarmi confido pertanto nel Signore, nei geni, nel mio sistema immunitario, ma soprattutto nella fortuna (da ATTENTI A NON INVECCHIARE, RISCHIATE DI MORIRE DI CANCRO, editoriale di Marco Schintu)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA