I BEI Q.I. DI UNA VOLTA


Editoriale del 17 marzo 2021

Pensavo che fosse tutta una questione di età. Parlo della nostalgia per certe figure umane di alto profilo, come si dice oggi, per certe personalità profondamente carismatiche, per certe intelligenze elettrizzanti e seducenti che mi sembrano scomparse, estinte. In tutti i settori. A partire dal mondo artistico, a quello letterario, politico, accademico. Tutta l’invenzione, la creatività, la speculazione, la critica costruttiva perché analiticamente e minuziosamente decostruttiva, tutto si è fermato agli anni ’90. Dopo, nel migliore dei casi, solo pallidi epigoni. E tanto vuoto.
Beh, la notizia è che l’età non c’entra niente. È un dato scientificamente provato: l’umanità sta rincretinendo. Secondo uno studio condotto in Norvegia tra il 1970 e il 2009 e pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences nel 2018, dagli anni ’70 a oggi l’intelligenza umana è in caduta libera: ben 7 punti in meno nella media dei Q.I. a ogni cambio di generazione.
E così dopo avere ascoltato generazioni di genitori che descrivevano le sorprendenti prestazioni dei figli chiosandole immancabilmente con l’osservazione “i bambini di oggi sono mooolto più intelligenti di noi”, scopro che le cose stanno esattamente all’opposto. Infatti, l’effetto Flynn, teorizzato alla fine degli anni ’80, secondo il quale il QI medio aumentava da una generazione all’altra in una misura variabile tra i 5 e i 25 punti, non solo si è spento, ma addirittura si è capovolto. È desolante, lo so. Vorrei tanto assistere alla prossima inversione di tendenza ma non mi faccio illusioni, avendo compiuto da un pezzo i 18 anni, temo che non farò in tempo. Pazienza. Meglio non pensarci. Continuerò come se niente fosse a guardare in tv l’Isola dei famosi e i tornei di wrestling, leggerò di tutto: da “Chi” a “Eva”, da “Cronaca vera” a “Novella 2000” e, come sempre, la domenica mi rilasserò passando la giornata nella sala da bingo.

Marianna Vitale (Spigolatrice di Aristan)

“E così dopo avere ascoltato generazioni di genitori che descrivevano le sorprendenti prestazioni dei figli chiosandole immancabilmente con l’osservazione «i bambini di oggi sono mooolto più intelligenti di noi», scopro che le cose stanno esattamente all’opposto.”
Da I BEI Q.I. DI UNA VOLTA – Editoriale di Marianna Vitale (Spigolatrice di Aristan)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA