CARI FOTTUTISSIMI AMICI


Editoriale del 14 aprile 2014

“Forse sopravvivere è meglio di vivere” diceva Monicelli con la gorgiaccia toscana di uno dei suoi pugili allampanati nell’ultima scena di “Cari fottutissimi amici”. Una ciurma di smagriti ciarlatani attraversa l’Italia del secondo dopoguerra guidata da mister Dieci. Racimolano melanzane, scarpe vecchie e sfilatini grazie a spettacoli di noble art truccati, nelle piazze di un paese che ha aperto gli occhi dopo un lunghissimo incubo e si trova sul naso la lavanda di un vestito a fiori, la promessa di un futuro accarezzato dall’essenziale. Nella scena finale il carro (alimentato da uno scaldabagno) che li aveva portati dentro l’allegro purgatorio si arrampica lontano sulle colline toscane, sottratto da due ex compagni di viaggio. Dieci e i suoi atleti ammutoliscono sotto la polverosa canicola. Bardo della gloria grottesca, della paraculaggine proletaria e poi borghese, Monicelli volò dal quinto piano dell’ospedale San Giovanni di Roma il 29 novembre 2010. Aveva 95 anni e un amico oscuro nell’addome. Sopravvivere era altra cosa. Sopravvivere è la riduzione dell’esistenza ai suoi luoghi densi: le file per il pane, un fucile puntato sul petto, la carne presa in fretta sugli aghi di pino, un cane, la luce vasta dell’estate e soprattutto, soprattutto la giovinezza, questo carpe diem involontario perduto per sempre. Così Dieci passeggia pensoso, sfila il cappello, lo getta per terra frustrato. Sono appiedati, fottuti. Ricaccia il cappello in testa poi a un tratto si ferma. L’intuizione. Da una guardia stretta e panzuta nascono due diretti. Schiva a destra, a sinistra. I compagni lo guardano, esitano, poi capiscono e lo seguono, riprendendo il cammino fra montanti e ganci, sbilenchi e ridicoli e splendidi nel mezzogiorno. Combattono con l’ombra, il pane dell’atleta.

Luca Foschi
(Inviato di guerra da Aristan\ Aristan’s war correspondent)

COGLI L’ATTIMO

 

da Cari fottutissimi amici (1994) diretto da Mario Monicelli. Con Paolo Villaggio e Massimo Ceccherini

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA