CARRAMBA CHE SORPRESA


Editoriale del 15 ottobre 2018

Nel film “Sulla mia pelle” l’oscuramento parziale dei volti disturba fino a diventare l’elemento estetico più importante in un racconto ferocemente agganciato alla cronaca. L’ombra si poggia su tutti: nessuno è colpevole, tutti sono colpevoli. Anche Stefano Cucchi, che nel calvario statale molte persone ha incontrato. Grazie ai nuovi sviluppi nel processo ci verranno probabilmente consegnati nomi e profili responsabili della tortura. Che paghino amaramente. Ma l’ombra si poggia su tutti. Non saranno certo un invito o una gita al Viminale a innescare il cambiamento di una cultura pavida e violenta.

Luca Foschi
(Inviato di guerra da Aristan\ Aristan’s war correspondent)

Nel film “Sulla mia pelle” l’oscuramento parziale dei volti disturba fino a diventare l’elemento estetico più importante in un racconto ferocemente agganciato alla cronaca.

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA