I CONTRATTI DI LAVORO IN CHIAVE SENTIMENTALE


Editoriale del 8 agosto 2015

1. Prestazione occasionale. Può andar bene, una volta. Se poi anche questo step viene superato con soddisfazione è il momento di stipulare il contratto senza esagerare.

2. Tirocinio di 3 mesi. Alla scadenza ognuno torna per la sua strada con tanti saluti e un’esperienza in più da infilare nel curriculum.

3. Co.co.pro. Tutto in regola, una buona relazione a progetto sulla quale iniziare a costruire qualcosa, ma senza troppe aspettative e con scadenza semestrale. I primi mesi son belli e dunque proroga di altri sei mesi. Poi non se ne parla più.

4. Relazione a tempo determinato con possibile rinnovo. Oggetto il sesso. Se dopo un anno vi assicurate un buon contratto sessuale, il rapporto sarà rinnovato per un ulteriore anno di attesa, anche due per i più scettici. Poi arriverà il momento fatidico.

5. IL TEMPO INDETERMINATO. Con le nuove leggi niente è più sicuro e anche il migliore dei partner può dichiarare il fallimento della vostra azienda sentimentale. Suggerimento da fiscalista: rapido matrimonio, fondo patrimoniale, intestazione dei beni, e accesso al suo conto corrente. Per le più scaltre magari una clausola di castrazione in caso di tradimento.

Esmeralda Trogu
(Cartomante pragmatica)

COGLI L’ATTIMO

 

da una pubblicità del 1998

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA