UN CORSARO AL POETTO


Editoriale del 25 agosto 2021

Domenica 22 agosto 2021 – Cagliari, spiaggia del Poetto; ore 16:10.
Apro gli occhi e sollevandomi a sedere sulla sdraio mi ritrovo davanti, in piedi sulla passerella di legno che attraversa lo stabilimento, una meraviglia di bambino: quattordici mesi circa con un caschetto dorato arruffato, faccino da bambolotto pestifero, bocca socchiusa con Chupa Chups d’ordinanza e occhietti neri sgranati sulla distesa azzurra del mare; un vero bendidio: windsurf, ombrelloni colorati, pedalò, venditori di granite, piccioni che passeggiano tra le sdraio, bambini con secchielli, bambini con gelati, bambini col salvagente a forma di papera, di pescecane o di draghetto. Tanta roba bella. Se ne sta fermo, rapito. Cerca di capire come entrare in possesso di ciò che gli spetta: tutto. Mi sembra un piccolissimo corsaro pronto per l’arrembaggio senza sapere come si fa. Mi piacerebbe avvicinarmi e parlargli, per farmi dire almeno il nome. Ma no, sarei un’interferenza sgradevole. “Ciao piccolo, come ti chiami?”, il mio tono materno lo disgusterebbe di certo. Meglio stare a osservarlo in silenzio.
A un tratto ecco un’altra figura, un’austera signora sugli ottanta, elegante, sofisticata: caschetto grigio, corto; tunica nera che lascai intuire un costume rosa geranio. Cammina sulla passerella con passo lento, nobile. Il piccolo è nella sua traiettoria. Devierà, penso. No. La signora continua, si ferma quasi addosso al bambino e lo guarda con un sorriso indulgente: “Trotterella dalla tua mamma, tesoro di nonna. Sparisci, piccolo segament’e cu (piccola rottura di culo).”

Marianna Vitale (Spigolatrice di Aristan)

“Cerca di capire come entrare in possesso di ciò che gli spetta: tutto. Mi sembra un piccolissimo corsaro pronto per l’arrembaggio senza sapere come si fa.”
Da UN CORSARO AL POETTO – Editoriale di Marianna Vitale (Spigolatrice di Aristan)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA