I CRETINI FOSFORESCENTI


Editoriale del 12 luglio 2018

Dal 6 al 14 luglio si svolge a Pamplona la festa di San Fermìn. Assecondando una passione coniugale per tutto ciò che riguarda il mondo taurino, da diversi lustri seguo in diretta “l’encierro” che tutte le mattine alle 8, in quei giorni, attraversa il percorso cittadino lungo circa un chilometro che porta i tori nell’arena, e sono stato più volte anche sul posto. Mentre mia moglie sa tutto dei tori e dei toreri (quest’anno il torero Juan José Padilla, a cui un toro già aveva portato via un occhio, come se fosse stato catturato dagli indiani nel far west, ha letteralmente perso la scalpo per una cornata), io prendo nota degli imbecilli, nella stragrande maggioranza americani, che decidono di inseguire o farsi inseguire in quelle strette strade dai tori, finendo spesso travolti dagli animali e dalla folla, e dunque feriti se non uccisi. Qualcuno l’ho pure conosciuto. Non basta correre: occorrono esperienza, buon senso e scarpe adatte. Da qualche tempo però sono comparsi sul percorso dei cretini fosforescenti (citazione: D’annunzio), che non solo si fanno inseguire dal toro, ma devono per forza documentare con un selfie quanto sono imbecilli. Si può provare pietà quando qualcuno di questi viene incornato? Non ci crederete, ma io piango ogni volta che succede. 

 

Marco Schintu

(Ufficio pesi e misure di Aristan)

 

Da qualche tempo però sono comparsi sul percorso dei cretini fosforescenti (citazione: D’annunzio), che non solo si fanno inseguire dal toro, ma devono per forza documentare con un selfie quanto sono imbecilli (da I CRETINI FOSFORESCENTI, editoriale di Marco Schintu)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA