CUORE DI PIETRA


Editoriale del 20 maggio 2016

birmania

Qui la pietra suona ancora unita al vento
e allora la seguo fino all’ origine della sua magia.
E scopro che è muta e senza vita ma ha attraversato i confini
del cielo e della terra e come un elisir sa vincere la morte.
Vorrei bussare e chiedere di farmi entrare per toccare il suo cuore eterno ma lei è muta e non ha porta né vita,
chiusa com’è nella sua eternità.
Cercando il suo segreto ho seguito il vento e il suono
fino al precipizio di questa valle della Birmania.
Dove la Roccia dorata dei monaci di Shwe Pyi Daw da anni
vive in bilico tra il pieno e il vuoto di questo mondo.
E’ ferma tra cielo e terra e il suo equilibrio è dato dal peso miracoloso esercitato su di essa dal capello di un monaco.
Mi fermo a riflettere all’ombra di questa
armonia dorata e trovo il mio cuore di pietra.
C’è memoria e tempo per trasformarlo da sasso d’indifferenza
che nulla sa in pietra saggia dal segreto eterno.
Un giorno forse andrà così. Ora resta solo quel suono, quel vento…

Virginia Saba
(Autostoppista ad Aristan)


Cercando il suo segreto ho seguito il vento e il suono fino al precipizio di questa valle della Birmania.
Dove la Roccia dorata dei monaci di Shwe Pyi Daw da anni vive in bilico tra il pieno e il vuoto di questo mondo.
(da CUORE DI PIETRA editoriale di Virginia Saba)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA