DAGOBERTO Il buon re


Editoriale del 30 settembre 2016

Re-Dagoberto

Dagoberto figlio di Clotario fu l’ultimo dei barbari e il primo dei francesi. E riuscì a riunificare quella grande nazione. Sposò in prime nozze la sorella della seconda moglie di suo padre, ma alla morte di costui ne uccise il figlio che era contemporaneamente suo fratellastro e suo nipote, essendo nipote di sua moglie. Poi si innamorò di una bellissima serva. E sposò anche lei ottenendo da questa quattro figli. Poi ne sposò altre due: Wulfegonda e Bertechilde, che figli non ebbero. Ma, contemporaneamente, ingravidò una concubina dalla quale ebbe un discendente che divenne re. Il vescovo di Parigi lo costrinse ad andare a Roma dal Papa perché costui lo assolvesse per il peccato di lussuria. E Dagoberto, cristiano devotissimo, obbedì, portandosi dietro le quattro mogli e le concubine

Antonangelo Liori
(Microbiografo di Aristan)


Dagoberto, cristiano devotissimo, obbedì, portandosi dietro le quattro mogli e le concubine.
(da DAGOBERTO – Il buon re, editoriale di Antonangelo Liori)
l’harem di Guido – da 8½ (1963) co-scritto e diretto da Federico Fellini. Con Marcello Mastroianni

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA