COME DISTINGUERE UN DITTATORE


Editoriale del 18 gennaio 2018

Victoria Clark e Melissa Scott (“Dictators’ Dinners”, 2014) sottoposero a scrutinio culinario i più efferati dittatori del secolo scorso, rilevando come in tutti, col passare del tempo, aumentasse la paura di morire avvelenati. Kim II-Sung selezionava uno per uno i grani di riso. Ceausescu e sua moglie Elena, ogni volta che si recavano all’estero, portavano da casa le vivande: dall’ospite accettavano solo frutta fresca spremuta in loro presenza che bevevano con la cannuccia. Tutti peraltro facevano affidamento su fidati assaggiatori: il fratello di Saddam Hussein, Uday, nel 1988 ne accoltellò uno. Era però il sistema digestivo a sopportare le conseguenze dello stress di persone così infami. Hitler e Gheddafi, entrambi vegetariani, erano affetti da flatulenza cronica. Hitler ne aveva fatto una malattia, Gheddafi se ne fregava altamente e non faceva niente per nasconderla. Nel corso della registrazione di un’intervista di 40 minuti rilasciata al giornalista John Simpson, il “leone del deserto” scorreggiò forte e chiaro innumerevoli volte. Qualche anno dopo la pubblicazione del libro di Clark e Scott, proviamo ad aggiornare l’elenco. Di Kim Jong Un si sa che fa controllare al microscopio ogni singola foglia di lattuga che intende ingerire. Ma anche Donald Trump, secondo le recenti rivelazioni di Michael Wolff (“Fire and Fury”, 2018) teme di essere avvelenato. Trump mangia ogni giorno a casa sua solo cheeseburgers di McDonald’s: nei fast-food dove qualcuno li compra per lui non sanno a chi sono destinati. Basta questo per poterlo aggiungere all’elenco dei dittatori? Non c’è dubbio che Trump adori questo genere di cibo. Di norma si mette a letto alle sei e trenta del pomeriggio e parlando al telefono divora Big Mac davanti a tre televisori accesi. Nella sua beata ignoranza non sa che si sta avvelenando da solo.

Marco Schintu
(Ufficio pesi e misure di Aristan)

Anche Donald Trump, secondo le recenti rivelazioni di Michael Wolff (“Fire and Fury”, 2018) teme di essere avvelenato. Basta questo per poterlo aggiungere all’elenco dei dittatori?” (da COME DISTINGUERE UN DITTATORE, editoriale di Marco Schintu)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA