E' PIU' FACILE CHE UN CAMMELLO...


Editoriale del 28 luglio 2015

Quando le mamme di quarant’anni fa hanno tenuto lontano dai fornelli le loro figlie, sacrificandosi per farle studiare, hanno commesso un errore clamoroso. Avessero avuto la macchina del tempo, avrebbero scoperto che negli anni Duemila un laureato è una merdaccia e il cuoco è una prestigiosa superstar mediatica, ricca e rispettata. Chi l’avrebbe mai detto? Da “La prova del cuoco” a “Masterchef” il divismo televisivo è tutto dei Vissani e dei Cracco, i libri di cucina e di ricette sono ai vertici delle classifiche e i siti di Slow Food e Trip Advisor risultano i più consultati. Per non parlare dell’Expo, esclusivamente incentrato sul cibo. Appena ho letto sui giornali di questi giorni la ricetta (poco vegana) che è entrata nel Guinness dei Primati, ho subito pensato a una delle tante bufale via Internet. Invece, dopo una breve ricerca, ho scoperto che era tutto vero. Tenetevi forte: un cammello ripieno di agnello, a sua volta ripieno di pollo, a sua volta ripieno di pesce, a sua volta ripieno di uova sode. Al confronto, la cena di Trimalcione nel Satyricon appare di sobrietà francescana e di dietetica leggerezza. Per chi volesse curare con metodo omeopatico la gran calura di questa estate torrida gustandosi il piatto più succulento della gastronomia beduina, offriamo volentieri gli ingredienti: 1 cammello di dimensioni medie, 1 agnello grande, 20 polli medi, 60 uova, 12 Kg di riso, 2 Kg di pinoli, 2 Kg di mandorle, 1 Kg di pistacchi, 2 Kg e mezzo di pepe e sale a volontà. C’è chi lo preferisce allo spiedo, chi dice che la sua morte è bollito; basta che, in entrambi i casi, la cottura raggiunga le 24 ore. Come le mamme di una volta (quelle sciagurate che hanno fatto studiare le figlie), vi raccomandiamo solo, dopo averlo mangiato, di aspettare almeno tre ore prima di tuffarvi in mare. Buon appetito.

Fabio Canessa
preside del Quijote, Liceo Olistico di Aristan

COGLI L’ATTIMO

 

da Fellini Satyricon (1969), co-scritto e diretto da Federico Fellini, liberamente tratto dall’omonima opera dello scrittore latino Petronio Arbitro

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA