SPALLE AL MURO


Editoriale del 15 agosto 2016

gatto zampe in alto

Esci dall’angolo amico mio. So che sembra impossibile ma basta un perno sulle zampe, un istante di chiarezza per ritrovare lo spazio e i suoi occhi. Tutta quella gran confusione di artigli non serve se sei schiacciato a terra, questa e molte altre periferie possono sopportare lo schiamazzo per secoli. L’uomo delle spezie pensa alla moglie lontana seduto sull’uscio, e la donna gravida sbatte la porta dell’automobile per chissà quale sgarbo o nausea. Le domestiche etiopi non sanno se sia meglio questa remunerata schiavitù o la libera miseria e cercano il mare oltre i palazzi. E io, io leggo e scrivo, che vuoi che sia, sempre troppo me stesso e sempre troppo in ritardo. Esci dall’angolo, ho visto a chi appartiene l’offesa e so bene che c’è sempre qualcuno o qualcosa che ti strappa al tuo cantuccio d’ombra, alla grande autostrada delle nuvole. Esci dall’angolo ti dico, dammi due biglie di occhi tersi, senza odio. Io dico che lo puoi mettere giù, io ci credo, basta superare l’istinto, farsi uomo, e poi di nuovo gatto.

Luca Foschi
(Inviato di guerra da Aristan\ Aristan’s war correspondent)


“Esci dall’angolo amico mio. So che sembra impossibile ma basta un perno sulle zampe”.
(da SPALLE AL MURO di Luca Foschi)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA