EINSTEIN DI TUTTI I GIORNI


Editoriale del 2 agosto 2021

Eccoli qui gli Einstein di tutti giorni! Eccoli! Evocati ossessivamente in tv, alla radio, sui giornali, e nel web dallo slogan di uno dei tanti supermercati che chiamano a raccolta la platea sterminata di chi cerca prezzi più convenienti. Eccoli! Blanditi, coccolati, adulati nella loro aurea mediocrità, nelle loro moderate ambizioni, nel loro allinearsi perpetuo col pensiero dominante, anche quando è dettato soltanto dalle mode del momento, dai cangianti miti di successo o dalla forza demagogica di politici che vogliono raggiungere consensi a ogni costo e a qualsiasi prezzo. In loro onore ecco i talk show e i giornali traboccare di interviste, di foto di famiglia e di agiografie di vecchi cantanti, di attempate soubrette, di attori da teleromanzo che un tempo cantavano, ballavano e recitavano e oggi sono chiamati a spiegare il senso profondo della vita, i delicati equilibri dell’estetica e la labirintica complessità della morale. E così può capitare che alla morte di una brava e bella showgirl vengano celebrati con piglio analitico e toni spesso enfatici i momenti più importanti della sua carriera professionale (l’esibizione dell’ombelico, il quiz sul numero di fagioli in un vaso, il colpo secco con cui nella danza scuoteva i capelli e la rivoluzione apportata dal tuca tuca) occupando per tanti giorni spazi mediatici così ampi da surclassare, da soli, la somma di tutti quelli riservati al ricordo – per stare solo nell’Italia degli ultimi anni – di Giulio Giorello, Paolo Poli, Maria Lai, Philippe Daverio, Gillo Dorfles, Luciano Vincenzoni, Antonello Falqui, Margherita Hack, Guido Ceronetti, Luciano Ventrone, Tonino Guerra, Giancarlo Bigazzi, Franca Valeri e Roberto Calasso; individui che hanno lasciato un’eredità di scintillante intelligenza per tutti, anche per coloro che l’ordigno della comunicazione vorrebbe imprigionare per sempre nel target rassicurante e manipolabile degli Einstein di tutti i giorni.

Filippo Martinez (Massmediologo)

“Eccoli! Blanditi, coccolati, adulati nella loro aurea mediocrità, nelle loro moderate ambizioni, nel loro allinearsi perpetuo col pensiero dominante, anche quando è dettato soltanto dalle mode del momento.”
Da EINSTEIN DI TUTTI I GIORNI – Editoriale di Filippo Martinez (Massmediologo)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA