ELOGIO DEL SUBBUGLIO


Editoriale del 21 marzo 2021

La mia vita non è stata facile e per questo ringrazio il cielo. Spesso disperata, tormentata, oppure su di giri, euforica, sempre compresa e impegnata nel ruolo di figlia o di amica o di madre o di amante, ho pianto, ho riso, sono andata, tornata, scappata e ritornata da luoghi, situazioni, persone. Ora sono quasi ferma, così mi sento, non una passione feroce per qualcosa o qualcuno, non un’arrabbiatura intensa, non una disperazione profonda, non una travolgente felicità. Sto. E basta. Ma la quiete non fa per me, perciò aspetto. Aspetto di essere di nuovo in subbuglio, per via di una condomina seccante, di un collega ignorante, di un colpo di fulmine, di una travolgente passione, di un accidente qualsiasi.

Giovanna Ferraro (Assistente di volo di Aristan)

 

“Spesso disperata, tormentata, oppure su di giri, euforica.”
Da ELOGIO DEL SUBBUGLIO – Editoriale di Giovanna Ferraro (Assistente di volo di Aristan)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA