ELOGIO DELLE OSSESSIONI


Editoriale del 1° novembre 2021

Ho capito molto presto di essere attratto da chi è divorato dall’ossessione per qualcosa, qualunque cosa; anche dagli assatanati collezionisti di sottobicchieri, anche dai costruttori compulsivi di monumenti in scala con gli stuzzicadenti, anche dai fotografi monotematici di vasche da bagno vittoriane con i piedi a zampa di leone. Nelle ossessioni, quando non sono generate da un sentimento negativo, c’è sempre un anelito di libertà, il desiderio di ribellarsi alle circostanze o, addirittura, di trascenderle. Senza le ossessioni di Jim Knowlton e di Michelangelo oggi non disporremmo della perfetta catalogazione dei peni del regno animale e non potremmo ammirare la Cappella Sistina; senza le ossessioni di Robert W. Faid e di Pietro Mennea, atleta dal fisico “normale”, non sapremmo l’esatta probabilità (710.609.175.188.282.000 a 1) che Mikhail Gorbachev sia L’Anticristo e nel 1979 non avremmo mai potuto entusiasmarci per un pazzesco record del mondo nei 200 metri; senza le ossessioni di W.Bryan Sweeney e di Johann Sebastian Bach non potremmo compulsare lo studio intitolato “Il soldato costipato” con l’analisi della frequenza delle defecazioni dei militari statunitensi in missione e non potremmo goderci le 1128 vertiginose composizioni di Johann Sebastian Bach. Le ossessioni ci hanno regalato le micidiali strategie scacchistiche di Bobby Fisher, le 300 strabilianti invenzioni di Nikola Tesla, le sonate “impossibili” di Glenn Gould, le ‘Giraffe in fiamme’ di Salvador Dalì… Senza le ossessioni l’umanità sarebbe più povera, più grigia. È per questo che l’Università di Aristan nel 2022 arricchirà la sua offerta formativa con la cattedra di Catalogazione Sperimentale; nella prima lezione il professor Nicola Calocero analizzerà tra l’altro i 127 film in cui appare la Fiat 127.

Filippo Martinez (Rettore dell’Università di Aristan)

“Le ossessioni ci hanno regalato le micidiali strategie scacchistiche di Bobby Fisher, le 300 strabilianti invenzioni di Nikola Tesla, le sonate “impossibili” di Glenn Gould, le ‘Giraffe in fiamme’ di Salvador Dalì…”
Da ELOGIO DELLE OSSESSIONI – Editoriale di Filippo Martinez (Rettore dell’Università di Aristan)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA