FATE UNA PASSEGGIATA


Editoriale del 30 marzo 2014

Il problema sarebbe questo: altroché super-palestrati e cross-fit, qui nessuno si fa più una bella, sana e soprattutto lunga passeggiata. È arrivata la primavera e non avete più scuse, indossate delle scarpe comode e iniziate a camminare. In condizioni naturali, senza nessuna fatica o allenamenti particolari gli esseri umani, vecchi e bambini compresi, ognuno con il suo ritmo, sono in grado di mettere un piede davanti all’altro per diecimila volte al giorno e averne solo benefici ineguagliati da qualunque altra attività si possa intraprendere nella stessa unità di tempo. Non solo, a studiare i dati si scopre che è meglio di correre, di andare in bicicletta e addirittura di nuotare. Questo perché camminare è il movimento più naturale che sappiamo fare, ottimizzato da milioni di anni di evoluzione. Con nessuna difficoltà le tribù nomadi di tutto il mondo (ebbene sì, ce ne sono ancora parecchie) si spostano ancora oggi a piedi sino a 30 km al giorno! Voi direte che per loro è vitale alla sopravvivenza, devono cercare nuovi territori, spostarsi da condizioni che non sono più ottimali. Siamo sicuri che camminare anche solo per un’ora al giorno (4-6 km, dipende dal passo) non migliori nettamente anche le nostre aspettative di vita e ci faccia invecchiare molto meglio? No, anzi siamo certi del contrario, quindi andiamo a farci un bel giro.

Luca Pani
(Psiconauta ad Aristan)
(@luca__pani)

COGLI L’ATTIMO

 

da The Light in the Piazza, musical scritto da Craig Lucascon le musiche e le canzoni di Adam Guettel

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA