GUARDARE IL CIELO DI NOTTE FA BENE ALLA SALUTE


Editoriale del 16 settembre 2019

 

Guardare il cielo di notte fa sempre bene alla salute, ma il periodo più adatto per prendere in considerazione la luce delle stelle è quello in cui gli anni già vissuti sono certamente più di quelli che ancora si potranno vivere.

È rassicurante, a quel punto, sapere che per gli atomi, i fermioni, i leptoni, i quark, siamo giganteschi e invece nel nostro piccolissimo pianeta siamo meno di semplici fosfeni. Proprio in questo istante stiamo ruotando nel sistema del Sole, una nana gialla immobile alla periferia di una galassia, la Via Lattea, perduta in un piccolo universo periferico che, a sua volta, è meno di un neutrino nell’oceano inconcepibile degli universi concentrici.

Il grande collega Carl Sagan diceva che l’astronomia è un’esperienza di umiltà. Vero. Ma aggiungo che è anche, allo stesso tempo, una eccitante esperienza di presunzione. Siamo sterminati e infinitesimali, centrali e periferici, immobili e frenetici… cosa diavolo possiamo chiedere di più?

E la morte?”, dite.

Non preoccupatevi, passa tutto in un sorriso o un incendio.

Filippo Martinez (astronomo)

https://www.youtube.com/watch?v=cCCBNbzbxBg

Proprio in questo istante stiamo ruotando nel sistema del Sole, una nana gialla immobile alla periferia di una galassia, la Via Lattea, perduta in un piccolo universo periferico che, a sua volta, è meno di un neutrino nell’oceano inconcepibile degli universi concentrici.” Da GUARDARE IL CIELO DI NOTTE FA BENE ALLA SALUTE – Editoriale di Filippo Martinez (astronomo)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA