ICONOGRAFIA POLITICA, PRIMA PUNTATA: SILVIO BERLUSCONI


Editoriale del 26 gennaio 2018

Silvio Berlusconi nel tempo ci ha abituato a leggeri, progressivi ritocchi estetici; adesso ha abbandonato ogni esitazione ed è andato giù duro rinunciando sfrontatamente all’invecchiamento. Il risultato è un’immagine moderna, disinibita, molto più vera nella sua falsità dichiarata; in perfetta sintonia con gli abiti scolpitissimi, quasi metallici, con l’eloquio da sempre assertivo e col perenne sorriso a tutti denti (perfetti) contrappuntato spesso dal sopracciglio sinistro diabolicamente sollevato. Così, grazie a questa formula, riesce a creare un clima tra l’avventuroso e il fantastico che rende epiche tutte le sue dichiarazioni. Un convincente riferimento iconografico per Silvio Berlusconi può essere il Joker interpretato magistralmente da Heath Ledger nel film “Il cavaliere oscuro” di Christopher Nolan. Il carattere del Joker è cristallizzato in una maschera, come quello del suo nemico: Batman. Tra loro è in atto un infinito gioco delle parti, per esistere hanno bisogno l’uno dell’altro. Anche Berlusconi in politica punta a una complicità costruita sugli stereotipi; con la sua immagine, ammiccando, dice all’elettore: “Eccomi, tu mi conosci. Sai che sono disposto ad allattare un agnellino se può servire, sai pure che non pretendo di convincerti del mio amore per lui. Ma anch’io conosco te… mon semblable, mon frère. Noi sappiamo tutto di noi e dobbiamo indossare le maschere se non vogliamo sprofondare nell’abisso delle nostre coscienze.”

Filippo Martinez (Estetista di Aristan)

Berlusconi può essere il Joker interpretato magistralmente da Heath Ledger nel film “Il cavaliere oscuro” di Christopher Nolan. (da CONOGRAFIA POLITICA, PRIMA PUNTATA: SILVIO BERLUSCONI, editoriale di Filippo Martinez)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA