IL DIZIONARIO DELLE PENE SCONOSCIUTE


Editoriale del 30 giugno 2021

È un’esperienza comune ritrovarsi “senza parole” quando ci capita di voler raccontare brevemente ed efficacemente alcuni stati d’animo; segno che il vocabolario della lingua italiana è carente nella specifica area delle emozioni. Ma il problema non è circoscritto alla nostra lingua visto che dal 2005 il videomaker, scrittore, doppiatore statunitense John Koening per riempire il vuoto semantico dell’inglese, ha iniziato a compilare, pubblicandolo su YouTube, il “Dictionary of Obscure Sorrows” (Dizionario delle Pene Sconosciute).
Nel dizionario di Koening una serie di esperienze e stati emotivi che prima potevano essere comunicati soltanto con il ricorso a lunghe circonlocuzioni, trovano una loro definizione, una parola che li identifica. A parte la descrizione del significato dei neologismi, fatta con uno stile narrativo che fa rimpiangere quello erudito-compilativo dei dizionari tradizionali, il Dictionary of Obscure Sorrows offre alcune interessanti soluzioni per comunicare in modo sintetico le nostre esperienze emozionali; alcuni esempi sono i lemmi EXULANSIS – percezione dell’inutilità di raccontare a terzi le nostre esperienze causata dalla consapevolezza che non ci sarà mai nessuna reale partecipazione o condivisione, e CHRYSALISM – il sentimento di tranquillità amniotica che proviamo quando ci sentiamo al sicuro durante un temporale ascoltando la pioggia che batte sul tetto. Ci sono nel dizionario, alcune voci che trovo inutili come ONISM – la frustrazione per essere imprigionato in un solo corpo che occupa un solo posto alla volta, perché descrive uno stato d’animo che non conosco, o come MORITURISM perché esiste già un’espressione efficacemente sintetica (senso di morte); tuttavia penso che adotterò alcuni dei neologismi, un po’ per sorprendere e per fare tendenza, ma soprattutto perché da tempo sono sopraffatta dall’“Exulansis” e so bene quanto possa essere frustrante cercare sollievo alle proprie ansie e preoccupazioni consegnandone a terzi il resoconto dettagliato; d’ora in poi niente più descrizioni minuziose, solo un vago accenno al mio sentimento di LIBEROSIS – il desiderio di leggerezza, di essere meno coinvolti dagli eventi – o all’OCCHIOLISM – consapevolezza delle dimensioni infinitesimali della nostra prospettiva di individui della razza umana – che certi giorni mi pervade.

Marianna Vitale (Spigolatrice di Aristan)

“OCCHIOLISM – consapevolezza delle dimensioni infinitesimali della nostra prospettiva di individui della razza umana.”
Da IL DIZIONARIO DELLE PENE SCONOSCIUTE – Editoriale di Marianna Vitale (Spigolatrice di Aristan)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA