IL MAMMUT LANOSO TORNERÀ TRA NOI


Editoriale del 30 settembre 2021

Lo scorso 13 settembre è stato annunciato dalla società di ingegneria genetica Colossal un progetto da 15 milioni di sterline che si propone di riportare in vita il mammut lanoso, partendo da quel che resta di una sua zanna. La Colossal sta anche valutando il ripristino del rinoceronte lanoso, un lontano cugino del rinoceronte di Sumatra. Se ne sente davvero il bisogno? “Ci stiamo concentrando per avere i primi animali nei prossimi quattro-sei anni”, hanno detto gli scienziati. Proprio mentre sto per estinguermi ho sviluppato un’insolita passione per la paleozoologia e mi assale una curiosità morbosa ogni volta che vengono trovate tracce (un pelo, un uovo, un grosso escremento) di un dinosauro. Questo però non significa che vorrei trovarmelo nuovamente tra i piedi, che sia lanoso o meno. Tantomeno, per scendere su piccole taglie, sento la mancanza del dodo o della colomba migratrice, che pare fosse presente in miliardi di esemplari. Se putacaso l’interesse dei de-estintori si allargasse agli umani, lanosi o meno, anche se morti da poco, avviso che ho il diritto di essere lasciato in pace.

Marco Schintu (Ufficio pesi e misure di Aristan)

“Ci stiamo concentrando per avere i primi animali nei prossimi quattro-sei anni”, hanno detto gli scienziati.”
Da IL MAMMUT LANOSO TORNERÀ TRA NOI – Editoriale di Marco Schintu (Ufficio pesi e misure di Aristan)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA