IL PREQUEL DELL’ARIA FRITTA


Editoriale del 7 giugno 2018

I quotidiani online propongono da tempo, in enciclopediche gallerie continuamente aggiornate, il confronto tra il luminoso passato e il mediocre presente di calciatori, cantanti o attori ormai irriconoscibili. Obesi, sciatti, distrutti dall’alcol, abbandonati dalla grazia. Come se questo non bastasse, ci sono segni che nel campo del gossip si sta facendo strada il “prequel”, l’antefatto. Si torna indietro con la narrazione della vita di una persona, immaginando cosa succedeva prima che nascesse. Prendete il mitico Gianluca Vacchi, quello di ”enjoy” e della “resilienza”, di cui si narrano le gesta e il mondo viene informato di qualsiasi tremore delle sue chiappe, che sia solo o in compagnia. Ora, forse perché si è dato una calmata, forse perché ha stufato, sembra sparito dalle scene. Si cerca allora di colmare l’immenso vuoto da lui lasciato nell’informazione andando alla disperata ricerca di un bisnonno eccentrico, cercando nella sua genealogia la spiegazione alle follie del presente. Per il momento si è scoperto che c’è stato un tempo in cui anche lui indossava una giacca normale.

 

Marco Schintu

(Ufficio pesi e misure di Aristan)

Si cerca allora di colmare l’immenso vuoto da lui lasciato nell’informazione andando alla ricerca di un bisnonno eccentrico, cercando nella sua genealogia la spiegazione alle follie del presente (da IL PREQUEL DELL’ARIA FRITTA, editoriale di Marco Schintu)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA