IL RAGAZZO PIU' FELICE DEL MONDO


Editoriale del 6 novembre 2018

Gian Alfonso Pacinotti, in arte Gipi, è uno dei più importanti autori italiani di graphic novel. Tempo fa ha ricevuto una lettera, nella quale un quindicenne, dichiarandosi fan sfegatato dei suoi fumetti, gli chiedeva un disegno inedito. Se davvero il suo idolo volesse esaudire questo desiderio e spedirgli una tavola, scriveva accorato il bimbino, avrebbe fatto di lui “il ragazzo più felice del mondo”. Gipi, gratificato dall’ammirazione del giovane, lo accontenta. Raccontando il fatto ad alcuni colleghi, però, scopre che la stessa lettera, esattamente con le medesime testuali parole, è arrivata, nel corso degli ultimi vent’anni, almeno ad altri cinquanta disegnatori famosi. Se ne deduce che il quindicenne era già quindicenne nel 1997 e sarebbe rimasto miracolosamente tale, e inoltre che è un fan sfegatato di quasi tutti i disegnatori. Partendo da questo fatto vero, Gipi ha scritto, diretto e interpretato un film, intitolato per l’appunto “Il ragazzo più felice del mondo”, che uscirà nelle sale dopodomani ed è uno dei pochi prodotti nostrani che non è imbarazzante andare a vedere: una commedia divertente montata in libertà come le sue strisce, ricca di umori e di trovate spassose, ambientata anche nella campagna toscana e in una Saturnia notturna. Il clima ricorda, per molti versi, il Nanni Moretti prima maniera, con la messa in scena in chiave ironica di se stesso, degli amici e delle sue manie (ci sono perfino inserti in Super 8 girati dal Gipi bambino), la parte finale è un po’ debole, ma il film, dotato di una vivacità e un estro creativo rari per il nostro cinema, è una boccata d’aria fresca nel panorama italiano. Già la storia è bella. E poi, ridendo e scherzando, l’operina si interroga su questioni assai interessanti: sul rapporto tra un autore e i suoi fan, sull’aggressività da tastiera della odierna comunicazione digitale e sulla fragilità di ogni artista. Così facile a esaltarsi per i complimenti e a deprimersi per le critiche.

Fabio Canessa
Preside del Liceo Olistico Quijote


Gian Alfonso Pacinotti, in arte Gipi, è uno dei più importanti autori italiani di graphic novel (da IL RAGAZZO PIU’ FELICE DEL MONDO, editoriale di Fabio Canessa)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA