IL RUMORE DELLA PIOGGIA


Editoriale del 30 marzo 2020

Il 27 di marzo del 2020 alle sei della sera, solo, nella sterminata piazza vuota della basilica di San Pietro, durante una pandemia che minaccia tutto il genere umano, il papa, sotto la pioggia, ha impartito la solenne benedizione “Urbi et Orbi”, alla Città e al Mondo. Una visione solenne e tragica: unica nella storia, tra quelle documentate; magnifica nella sua formidabile potenza iconica. Commuovente per tutti, anche per chi non crede.

Ebbene questo momento così intenso ha avuto il pregio di sintetizzare magistralmente la imperante povertà estetica e spirituale della RAI. Infatti mentre tutte le altre emittenti collegate in rispettoso, religioso, intelligente silenzio, non si sognavano di interferire per non disturbare il raccoglimento di chi stesse pregando o comunque contemplando quell’evento unico, la RAI ha cercato di occupare gli spazi che giudicava “morti” inserendo veloci collegamenti in studio con due grilliparlanti di turno e con un misirizzi inviato sul campo che saltava fuori con ogni scusa per infliggerci le sue didascalie. Si chiama “horror vacui” che vuol dire orrore del vuoto; quello però non era un vuoto, era un ricchissimo silenzio. L’unico vuoto in scena era quello nella mente degli omini Rai. E pensare che lo stesso papa durante la benedizione finale, per non alterare la tensione, ha rinunciato a recitare la formula di rito affidando la colonna sonora di quell’istante sacro all’eco di sirene lontane e al rumore della pioggia. Poi solo la pioggia.

Filippo Martinez (idiosincrasista)

 

“lo stesso papa durante la benedizione finale, per non alterare la tensione del momento, ha rinunciato a recitare la formula di rito affidando la colonna sonora di quell’istante all’eco di sirene lontane e al rumore della pioggia. Poi solo la pioggia”. Da IL RUMORE DELLA PIOGGIA – Editoriale di Filippo Martinez (idiosincrasista)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA