INTERVISTA A UNA BOTTIGLIA PIENA DI SABBIA RUBATA


Editoriale del 12 agosto 2021

INT. Buongiorno Bella Bottiglia Piena di Sabbia Rubata (BBPSR), sa che lei è veramente carina? Quei quarzi bianchi e rosa e quelle conchiglie ci appartengono, lo sa? Chi l’ha riempita è stato sbattuto in galera e lei tra poco, su questa spiaggia, verrà vuotata dal presidente della Regione in persona davanti alle telecamere, restituendo il maltolto alla collettività. Il mio giornale mi ha incaricato di seguire gli eventi. Mi dispiace per lei, una volta vuotata ad andarle bene verrà riciclata.

BBPSR. (resta zitta e immobile, in piedi)

Interviene un passante isterico (PASS IST), che aveva assistito al dialogo.

PASS IST. Ma quand’è che i vostri giornali la finiranno con questa storia della sabbia rubata? Siamo d’accordo, non si dovrebbe fare: è un delitto, una rapina, un crimine organizzato, c’è dietro la mafia, forse l’Iran o la Russia. Ma da qui a presentarci tutti i giorni in prima pagina foto di bottiglie piene di sabbia, caschi il mondo, ce ne passa. Fette di prosciutto sugli occhi dei lettori.

INT. Si calmi! Preferisce che le nostre spiagge spariscano?

PASS IST. Le spiagge spariscono perché la sabbia che dovrebbe alimentarle viene bloccata dalle dighe che interrompono il corso dei fiumi, dalle cave di sabbia, in tutto il mondo. Guardi proprio qui, la cementificazione della costa: centinaia di case e ville tutte costruite col calcestruzzo fatto con la sabbia di questa spiaggia, arrivano d’inverno con le ruspe e con i camion. Di questo dovreste parlare, altro che bottiglie! E invece bottiglie di sabbia e necrologi, necrologi e bottiglie di sabbia.

BBPSR. (resta zitta e immobile, inespressiva)

Proprio mentre terminava di parlare il Passante Isterico viene colto da un malore, un raro calabrone a pois gialli e neri gli ronza attorno, forse lo ha punto.

INT. Resista! Sto chiamando un’ambulanza.

Il Passante Isterico muore prima che i soccorsi arrivino.

INT. Mi dispiace, riposi in pace. Domani scriverò: “Una nuova specie di calabrone ha invaso le spiagge. Bagnante ucciso, in precedenza aveva dato segni di sconforto”. La saluto, Bella Bottiglia, sono troppo scosso per continuare a parlare con lei.

BBPSR. Addio, Bravo Giornalista!

Marco Schintu (Ufficio pesi e misure)

“Solo sabbia e necrologi, necrologi e sabbia!”
Da INTERVISTA A UNA BOTTIGLIA PIENA DI SABBIA RUBATA – Editoriale di Marco Schintu (Ufficio pesi e misure)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA