ITINERARIO PER GIUNGERE AGEVOLMENTE ALL’INFERNO. 1)


Editoriale del 30 dicembre 2014

Vivo in un luogo di assoluta magia. Colmo di influssi negativi sotto i quali comunque sopravvivo.
Perché i luoghi sono magici.
I sacerdoti che imposero in Europa il culto dei menhir partendo dalla Cornovaglia per passare in Normandia, scendere sino ai Pirenei, poi Corsica, Sardegna, Malta e Cipro eressero i loro idoli seguendo un sentiero ideale che cercava di segnare tutti i luoghi metallurgici duemila anni prima che venisse scoperta la metallurgia.
Ignoravano il procedimento per la fusione dei metalli e naturalmente il loro possibile utilizzo però avvertirono le sorgenti metallurgiche nel terreno e le mapparono con sorprendente precisione.
Ciò avvenne perché ebbero il dono.
E su questo dono costruirono le basi della civiltà.
Da lì videro le stelle e mapparono, oltre alla terra, il cielo.
Meditare in quei luoghi conduce l’essere umano verso le vette della perfezione, guariscono i mali del suo corpo e della sua anima.
Io feci già in giovinezza questi percorsi e ho deciso di meditare qui dove massimo è il dolore.
Per mappare, oltre al cielo, l’inferno.

Raimondo Bruno
(Magonauta di Aristan)

COGLI L’ATTIMO

 

da Harry a pezzi (1997) scritto, diretto e interpretato da Woody Allen

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA