ITINERARIO PER GIUNGERE AGEVOLMENTE ALL’INFERNO 4)


Editoriale del 27 giugno 2015

Quando ero giovane feci un viaggio mistico in una terra per me allora sconosciuta, la Sardegna.
Nel nord di quell’isola visitai tredici chiese messe in modo strategico: l’una simmetrica all’altra in modo da formare una croce al contrario.
Erano tutte esposte in maniera opposta a Gerusalemme ad eccezione di una, quella centrale, che era stata correttamente posizionata.
Qui nel medioevo vennero uccisi i tredici abati delle tredici chiese.
Si ignorano le ragioni di questa strage.
Le motivazioni.
I responsabili.
Le vittime.
Si conosce solo il luogo della strage e la data: il giorno in cui San Bernardo di Chiaravalle giunse a Roma dopo il viaggio a Gerusalemme.
Tutto il resto è ignoto.
Ora di questa chiesa resta un cumulo di rovine.
Sulle quali troverete profonde proporzioni geometriche che rappresentano altrettante simmetriche simmetrie ideologiche.
Tutte le chiese presentano una particolarità geometrica che simboleggia una particolare questione mistica.
La luce.
Il buio.
Il bene.
Il male.
L’uno.
Il due.
Il nulla.
Il tutto.
La vita.
La morte.
La sostanza.
Lo spirito.
E infine l’assenza di tutto.
Che è principalmente l’assenza di Dio.
Meditate profondamente.

Raimondo Bruno
(Magonauta di Aristan)

COGLI L’ATTIMO

 

da Mean Streets – Domenica in chiesa, lunedì all’inferno (1973) scritto e diretto da Martin Scorsese, con Harvey Keitel

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA