LA DECRESCITA FELICE


Editoriale del 13 maggio 2021

Le risorse del pianeta non sono sufficienti a sfamare otto miliardi di bocche. Nel tentativo di dare il mio modesto contributo, ho fatto staccare l’acqua e la corrente elettrica e sto addirittura provando a far tutto con una mano sola. L’altra la tengo in tasca, convinto che due braccia siano spesso eccessive. Mi diverto molto ad allacciarmi le scarpe al buio, riesco a farlo con due sole dita. Se poi potesse servire aggiungerò che sono piccolo, occupo poco spazio. Ho vuotato quasi tutto, dalle tasche al frigorifero. Non mi resta che vuotare il cervello, ho troppi pensieri in giro per la testa, in gran parte inutili.
P.S. Conducevo già una vita francescana, per quanto poco conciliabile con qualche eccesso, come l’abuso di alcol, le scommesse clandestine, lo sporadico utilizzo di droghe semilegali e una disordinata vita sessuale. D’ora in poi basta tette, solo tettine.

Marco Schintu (Asceta)

“Conducevo già una vita francescana, per quanto poco conciliabile con qualche eccesso, come l’abuso di alcol, le scommesse clandestine, lo sporadico utilizzo di droghe semilegali e una disordinata vita sessuale.”
Da LA DECRESCITA FELICE – Editoriale di Marco Schintu (Asceta)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA