LA GASTROCONDRIA


Editoriale del 11 giugno 2015

La “gastrocondria” è una forma particolare di ipocondria, che riguarda esclusivamente la sfera alimentare. Coniato forse dal sottoscritto, il termine individua nel “gastrocondriaco” una persona convinta che tutto quello che mangia gli provocherà danno. Il gastrocondriaco, ingerito il primo boccone, si aspetta nel giro di qualche minuto una diarrea massiva e vomiti profusi, ma non esclude in tempi più lunghi un terribile morbo, di cui inizia già a manifestare i sintomi. Non per questo però smette di mangiare, pur continuando a lamentarsi. Spesso la gastrocondria si manifesta, in ristorante, semplicemente dopo aver intravisto il cuoco o la toilette. Informatissimo e sempre connesso ai siti che si occupano di allerta rapida in campo di sicurezza alimentare, il gastrocondriaco è persona incline alla tristezza. Raramente viene invitato a cena, amici e parenti preferiscono mangiare schifezze facendo volentieri a meno della sua competenza.

Tony Cinquetti
(Etica gastronomica)

COGLI L’ATTIMO

 

da Balasso e il cibo di e con Natalino Balasso

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA