LA PORNO BRASSERIE


Editoriale del 21 settembre 2105

Lo capisci subito che hai a che fare con un posto per svirgolati: tre bionde ossigenate, una transessuale olandese, tre tripponi norvegesi e poi io, che ho corrotto il cameriere per poter bere i drink all’aperto. Un vodka martini che il barman ha realizzato, dio lo maledica, con il martini bianco. E mica ha lavato il ghiaccio con la vodka eccetera. Ha mescolato le robe versandole in un tumbler alto per farle sembrare acqua. Manco uno straccio d’oliva o un ghirigoro di buccia di limone. Nulla. Una zozzeria clamorosa seguita da un gin fizz vestito da limonata in un flute che tiro giù in due sorsi. Taccio anzi sorrido sincero perché così funziona in Avenue Bourguiba, Tunisi. Oltre lo schermo di piante grasse e rachitiche i tunisini passeggiano, cazzeggiano, si sfondano coi caffè e le sigarette come in qualsiasi angolo del mondo arabo. I guappi fischiano le pupe e l’esercito controlla stancamente la cagnara, bollito e inutile. È per la brezza che viene dal mare che non avrei mai rinunciato ai tavoli all’aperto. Tocca i capelli corvini delle studentesse, i giornali degli intellettuali, la paccottiglia degli ambulanti. Viene il crepuscolo e Il nostro locale è pudicamente illuminato da un rosso pornografico che attira i viziosi per poi deluderli, quelli veri intendo. “Brasserie” afferma il neon. Dentro, piccole ciurme di maschi tunisini bofonchiano davanti a tiepide pinte di birra, gobbi e peccaminosi. La grande porta a vetri segna il confine, conferma il dato politico: un governo tirato in direzioni opposte dal movimento democratico e dagli invisibili barbagianni jihadisti. La voglia e il senso di colpa, la libertà e il rigore, rapido capitalismo o polveroso statalismo, le forme della femmina o l’occultamento della femmina. I tripponi norvegesi bevono cocacola zero, quella castrata nelle calorie. Così innocui che somigliano alla morte. Ci vorrà tempo e davvero non si può dire. Io tifo per i democratici, ma solo come primo stadio di un processo che conduca al libertarismo gentile. Non so bene cosa sia ma solo nel mondo dei completamente liberi i drink sono fatti come si deve, con passione sfrenata. Questo, comunque e ovunque lo chiamiate, è un limbo maledetto.

Luca Foschi
(Inviato di guerra da Aristan\ Aristan’s war correspondent)

COGLI L’ATTIMO

 

da I soliti idioti (2009) sitcom trasmessa da MTV. Con Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA