LA PUPA E IL NAZI UNDERGROUND


Editoriale del 14 ottobre 2013

Gentile capitano Priebke,
dalla sponda giordana di Allenby Bridge sarei scivolato nella Palestina occupata con disinvoltura ed eleganza se solo avessi avuto i capelli biondi e gli occhi celesti. Invece per ordine di una pupa israeliana ho dovuto calare le braghe due volte in 7 ore di detenzione. Ho provato la carta del vitellone italiano. Quasi funzionava. Poi lei, l’ufficiale di sicurezza dall’indicibile culo a mandolino, mi ha dato in pasto agli altri marmocchi armati, reincarnazioni imberbi del sionismo di Herzl, quello che Israele l’ha pensato per la prima volta, nel XIX secolo. E il sangue faceva già parte del sogno. Le finiva il turno, aveva una camel sulle belle labbra scure. Il mio grugno lombrosiano non piace ai pazienti di Mengele, caro capitano. Ad Hebron, check point dopo check point, alterco dopo alterco ho vissuto la colonizzazione fin dentro le ossa. Musulmano? No. Ebreo? No. Cristiano? No. Cosa sei? “Libero”, rispondevo. I bambini sono cattivi ad Hebron. Nell’oscillazione che nella storia dagli angeli conduce alle bestie lei e i suoi amici avete raggiunto un angolo mica da ridere, aiutati dalla tecnica. La tecnica. Le masse. Ma è capitato infinite altre volte, nel cuore del singolo. Avviene milioni di volte in un secondo. Non ho le idee chiare in fatto di morale. Quindi non saprei dire dei suoi 100 anni e del Vaticano che rifiuta la funzione. Ma ho visto il seme nero piantato in Palestina. La scimmietta urlante e voi dietro, con gli occhi chiusi. Avete perpetuato il male. Gli occhi blu e i capelli biondi per entrare in “Eretz Israel”. Questo attenua la condanna e suggerisce il luogo della sepoltura negata: il Muro del Pianto, Gerusalemme. Non ho una grande considerazione degli esseri umani. Cadrei come una pera cotta su quel culo a mandolino. E invece dovrei prenderlo a pedate.

Luca Foschi
(Inviato di guerra da Aristan\ Aristan’s war correspondent)

COGLI L’ATTIMO

 

da La soldatessa alla visita militare (1977) diretto da Nando Cicero con Edwige Fenech, Renzo Montagnani, Alvaro Vitali

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA