LA SALA DELLA PALLACORDA


Editoriale del 11 ottobre 2012

Era il 20 giugno, faceva caldo ma non se ne poteva proprio più. Francia, 1789: il Terzo Stato diventa Assemblea nazionale e decide – con un giuramento solenne – di non dividersi fino a quando non si sia ottenuta una Costituzione. L’atmosfera è calda, la partecipazione appassionata e civile, l’intolleranza verso la nobiltà da tempo oltre la soglia della decenza. Tutti esasperati e convinti che si dovrà cedere “solo alla forza delle baionette”. Così comincia la primissima fase dalla Rivoluzione francese in una stipatissima Sala della Pallacorda. Oltre due secoli più tardi, in un Paese vicino e cugino dove il potere si chiama Casta, la rabbia della gente comune buca il cielo. E se si decidesse di riaprire la Sala della Pallacorda?

Giorgio Pisano

COGLI L’ATTIMO

 

da La Rivoluzione francese (1989) sceneggiato televisivo

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA