LA SOTTOVALUTAZIONE DELL’OVVIO


Editoriale del 20 agosto 2020

Brucia Notre-Dame e si scopre che nessuno sa come spegnere l’incendio, brucia la cattedrale di Nantes e si scopre che le chiavi venivano date in custodia a un piromane, salta in aria Beirut e si scopre che da anni dormiva tranquilla su una gigantesca polveriera della cui esistenza tutti erano al corrente. L’elenco dei disastri che potevano essere evitati è infinito ma quello che li accomuna tutti è la sottovalutazione dell’ovvio. Tutto ciò che a qualsiasi persona di buonsenso potrebbe apparire ovvio, e dunque prevedibile, sfugge invece a meticolosi processi di valutazione del rischio, protocolli, linee guida, comitati tecnici. L’ovvio sembra impossibile da gestire. L’ultimo naufragio di una petroliera, l’ennesimo, è accaduto in un paradiso naturale, alle Mauritius, ma gli interessi economici se ne infischiano del paradiso, dell’ovvio e dei tavoli tecnici. Per salvare la barriera corallina si investono ogni anno ingentissime risorse, è stato persino proibito l’uso dei protettori solari: un elegante modo per mostrare che abbiamo più a cuore le sorti del pianeta che le nostre; poi si scopre che niente e nessuno impedisce a una carretta del mare contenente 4.000 tonnellate di petrolio di passarci sopra. È come dire che per rendere sicuro il pianeta vengono messi al bando i petardi, pazienza per le bombe atomiche, sarà per un’altra volta: non dovrebbero esplodere, anche se potrebbero. Si procede alla cieca, sfidando il destino; se poi la sorte è avversa pazienza, ci penserà il tempo, forse, a rimediare ai danni. Nell’immediato sarà la gente del posto, sorpresa dalla sottovalutazione dell’ovvio, a contenere la marea nera con gli stracci o a spegnere l’incendio delle cattedrali con i secchi d’acqua.

 

Marco Schintu

(Ufficio pesi e misure di Aristan)

 

Si procede alla cieca, sfidando il destino; se poi la sorte è avversa pazienza, ci penserà il tempo, forse, a rimediare ai danni… (da LA SOTTOVALUTAZIONE DELL’OVVIO – Editoriale di Marco Schintu)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA