LA STRATEGIA DEL GENERALE


Editoriale del 10 agosto 2020

 

Ho perso l’occhio sinistro nel Kossovo, in combattimento, e mi hanno dato la medaglia d’oro al valor militare. Poi son diventato Generale di Corpo d’Armata. Da quattro mesi sono Ministro della Difesa e sto rivoluzionando le molli procedure di quelli che mi hanno preceduto. Ho investito tutto il mio budget in una operazione massiccia di addestramento per ogni cittadino; non è pensabile infatti delegare la sicurezza della nazione soltanto ai militari di professione. La difesa riguarda tutti e tutti devono contribuire col loro impegno; è un concetto facile ma bisogna che ognuno se lo ficchi bene in testa. Per questo ho arruolato i migliori istruttori: scienziati, artisti, scrittori, registi, storici, fisici, pedagoghi, architetti, filosofi… e sto battendo a tappeto tutto il territorio nazionale, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta. Ogni cittadino deve capire che l’uomo è un bell’animale ma è pericoloso, e spesso è coglione. Bisogna proteggerlo innanzi tutto da se stesso. Siamo in emergenza, dunque non si deve avere alcuno scrupolo a usare armi giudicate improprie come l’intelligenza, la fantasia e la conoscenza. Mi rendo conto che questo, negli anni, sarebbe dovuto essere l’impegno dei ministri della Cultura e della Pubblica Istruzione, ma loro sono soltanto chiacchiere e distintivo. Si fottano.

Filippo Martinez (Generale di Corpo d’Armata e Ministro della Difesa)

 

“Ho perso l’occhio sinistro nel Kossovo, in combattimento, e mi hanno dato la medaglia d’oro al valor militare.” Da LA STRATEGIA DEL GENERALE – Editoriale di Filippo Martinez

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA