L'AVANGUARDIA DEL BUIO


Editoriale del 31 marzo 2021

La Fritillaria Delavayi, una pianta della famiglia delle Liliaceae, è cresciuta per secoli sulle pareti rocciose dei monti Hengduan, in Cina, producendo una bellissima fioritura verde brillante. Da qualche tempo però i petali della Fritillaria hanno incominciato a virare verso il marrone e il grigio assumendo il colore delle pareti. State pensando a un normale fenomeno di mimetismo vegetale per sfuggire alla predazione degli erbivori? Nossignori. Quella zona della Cina, così dicono gli scienziati, sembra essere frequentata solo da onnivori: gli uomini. E gli uomini, per la Fritillaria, sono un incubo; da secoli, infatti, la raccolgono per utilizzarla nella medicina tradizionale.
Sono tante, nella storia dell’evoluzione, le piante che per non essere divorate o per riprodursi si sono mimetizzate o camuffate; ma la notizia di un fiore che, per colpa dell’uomo, rinuncia al proprio colore, ha scatenato in me una paura primordiale. I colori sono la luce. La Fritillaria potrebbe essere l’avanguardia del buio.

Marianna Vitale (Spigolatrice di Aristan)

“La notizia di un fiore che, per colpa dell’uomo, rinuncia al proprio colore, ha scatenato in me una paura primordiale. I colori sono la luce.”
Da L’AVANGUARDIA DEL BUIO – Editoriale di Marianna Vitale (Spigolatrice di Aristan)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA