LE SMART


Editoriale del 16 novembre 2018

Non so se una persona possiede un certo carattere e quindi sceglie di comprarsi una Smart, oppure ha una Smart e assume un certo carattere, quando la guida.
Due suore si accomoderebbero, sbarazzine, alla guida di questa utilitaria di lusso? Schizzerebbero qua e là con sorpassi a incastro? Di una cosa sono sicuro: tre suore non potrebbero. Può essere una mia impressione, ma mi sembra sempre che le Smart corrano al di sopra del consentito, come certe 500 dei miei tempi, truccate per fare un rumore assordante, spendendo lo stesso tanto di una Mercedes.
La Smart è costosa, in curva sembra pronta a rovesciarsi, è scattante, veloce nel traffico, però, curiosamente, ha il suo maggior pregio proprio quando è ferma: occupa poco spazio nei parcheggi, la puoi mettere anche perpendicolare, e infatti, non sporgendo, come i passi carrai, frega un sacco di gente.
È pericolosa se ti tamponano perché puoi avere danni vertebrali. “L’ho toccata? Si è fatto male?” – “Veda lei! Mi ha lacerato il maglione, un Missoni e non si può aggiustare”.
Noi avevamo la 500, difficoltosa da guidare, per via della debraiata, che ci faceva sentire grandi guidatori.
Il minimo saltava spesso e avevamo un cacciavite pronto alla regolazione aria benzina. Consumava molto poco, eppure si rimaneva facilmente a terra senza benzina. Infatti il bidoncino era un accessorio.
Ha supplito per anni a situazioni in cui i genitori non andavano mai fuori città o in paese. Era una buona scusa in caso di insuccessi amatoriali addebitabili alla carenza di spazio e le marce sempre in mezzo.
Era economica e costava quanto un presalario, somma concessa a quelli che ne avevano bisogno e a quelli che avevano un bravo commercialista.
Poi un giorno hanno fatto la Panda e se ne è andato un mondo. Io sono stato precipitoso e la mia 500 l’ho regalata. Non valeva niente e adesso l’amico non me la rende neanche per 5.000 euro.

Nino Nonnis (Sa Cavana di Aristan)


Noi avevamo la 500, difficoltosa da guidare, per via della debraiata, che ci faceva sentire grandi guidatori. (da LE SMART – Editoriale di Nino Nonnis)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA