LIBERI TUTTI


Editoriale del 3 marzo 2019

Il sole non è ancora sorto e già si sentono gli aerei con il passo pesante del decollo fendere il cielo, a due passi dalla base militare di Sigonella. Ventisei studenti americani dormono nelle casette del compound. Nell’edificio principale, oltre le vetrate, Maurizio, con le sue mani grandi e gli occhi di vulcano, accende i fuochi della cucina. Tra un’ora saranno di nuovo parole, incontri, domande. Non sappiamo bene dove ci troviamo. Non lontano da Catania, in una contrada dove il vento non smette di soffiare mai. Solo questo. Il resto verranno a dircelo oggi, professori universitari, giornalisti, attivisti. Quando siamo arrivati, ieri, pieni di racconti, dalle pendici dell’Etna, nessuno ha fatto domande. Abbiamo cenato nel brusio sommesso delle giornate importanti, sapendo che al risveglio ci sarebbero stati altri racconti. Rimasticando le testimonianze del pomeriggio trascorso. Sappiamo solo che ci troviamo in un bene confiscato a Cosa Nostra e oggi gestito da Libera, tanta terra intorno e uccellini imbizzarriti che se ne infischiano della storia, del passato e di reattori e traiettorie di metallo. Nient’altro per ora. I ragazzi dormono e io cammino a vuoto seguendo il sole lungo il perimetro della recinzione e mi gira in testa la risposta di un imprenditore che ieri ci ha accolti nella sua azienda e ci ha detto con il numero minimo di parole e con esempi tangibili come la plastica, la droga, il denaro infilato tra i pomodori pachino in viaggio per l’Europa, che bestia cangiante è la mafia. Poi la domanda secca e definitiva, come è giusto che siano le domande di un ventenne: la mafia verrà mai sconfitta? E lui, dopo un respiro breve: la mafia qui non mai verrà sconfitta ma non vincerà mai.

 

Eva Garau

Precaria di Aristan

 

la mafia verrà mai sconfitta? E lui, dopo un respiro breve: la mafia qui non mai verrà sconfitta ma non vincerà mai (da LIBERI TUTTI – Editoriale di Eva Garau)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA