LO SCHIFO DI ESSER CONTENTI


editoriale del 5 febbraio 2012

Questo editoriale è pensato in abbinata con il filmato che mi auguro vedrete subito dopo averlo letto. Eduardo spiega a Totò lo schifo di esser contenti: lavorare per sopravvivere, senza tante preoccupazioni, senza ambire ad altro. “Questo è il marcio, lo schifo vero”, delegare alle persone intelligenti, istruite e buone il compito di occuparsi di noi, di pensare a farci stare bene. Accontentarsi è come prendere un anestetico, delegare è una scusa per stare più comodi. Se la salvezza dell’umanità passa (per cominciare) dalla salvezza di ciascuno forse è ora di provare a riprendere il timone della propria esistenza. Basta un cambio di prospettiva, uno spettatore che si sveglia e diventa attore, bastano piccoli gesti che sostengono grandi idee. Basta frequentare l’università di Aristan per esempio.

Gianni Stocchino

COGLI L’ATTIMO

da Napoli milionaria (1950)
di Eduardo De Filippo

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA