LOMBRICHI (18° tappa della Caccia al tesoro Biffi)


Editoriale del 16 novembre 2016

lombrichi

L’ultima laconica indicazione della Caccia al tesoro era “LOMBRICHI”. Un indizio oscuro per chiunque, ma non per me: avevo letto diverse biografie del grande Biffi, e sapevo che tra le sue molteplici passioni c’era anche quella per l’agricoltura biologica, di cui era stato un pioniere. Così ipotizzai che potesse avere impiantato un allevamento di lombrichi, ma dove cercare? Cominciai col visitare le numerose aziende agricole fondate da Biffi. Purtroppo, nessuna traccia degli ipotizzati allevamenti. Ampliai l’ambito dell’indagine: in Aristan, Biffi aveva posseduto quattro splendide dimore poste alla periferia della città, una per ognuno dei punti cardinali. Con rotazione annuale le abitava tutte: una per ogni stagione (per esempio, l’inverno lo passava nella casa a sud). Presi contatto con gli eredi Biffi, e visitai quattro magnifiche ville liberty circondate da parchi estesi diversi ettari; ma anche qui nessun risultato. A volte si guarda lontano per cercare ciò che sta sotto i nostri piedi; così, presi in considerazione anche l’Archivio dell’Oblio: frugai in tutti i suoi numerosi chiostri, giardini e cortili alla ricerca di una qualche vasca che potesse essere stata utilizzata per allevare lombrichi. Ma ancora niente! Solo pochi giorni dopo, riordinando il Magazzino 14 trovai l’indicazione. Il “14” raccoglie i più brutti dipinti dell’Archivio, così brutti da non meritare di essere appesi a una parete. Tra questi c’era un quadro che aveva per soggetto un gruppo di lombrichi, ed era firmato Biffi ( l’Accademico si dilettava anche di pittura). Gli anellidi erano ritratti in un groviglio di corpi formanti un cerchio, una specie di ruota raggiata. Quella poteva essere l’indicazione della Caccia al tesoro (?): UNA RUOTA.

Carlo M.G.Pettinau
(Archivista dell’Oblio)


C’era un quadro che aveva per soggetto un gruppo di lombrichi
(da LOMBRICHI editoriale di Carlo M. G. Pettinau)
vermi e supervermi – da Colazione da Tiffany (1961) diretto da Blake Edwards, con Audrey Hepburn e George Peppard

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA