A LOTÌ, MAGNA TRANQUILLO


Editoriale del 30 ottobre 2017

Resta un mistero come si possa sopravvivere a gaffe come quella di Lotito, sulla via per la sinagoga beccato a dire “Famo sta sceneggiata”. È riuscito nell’impossibile impresa di superare il genio caciottaro della sua curva fascista, editrice delle note figurine dove l’innocenza di Anna Frank porta la maglia della Roma. Davanti a me vedrei solo la cicuta o l’esilio su un iceberg a largo di Ushuaia. Ho trascorso diversi giorni a cercare negli annali un campione capace di battere il presidente laziale nelle proporzioni raggiunte dalla figura di merda internazionale. Dopo estenuanti elucubrazioni ci sono arrivato: è Benjamin Netanyahu, il primo ministro israeliano. Poco più di un mese fa il figlio adolescente Yair ha postato su Facebook un’immagine raffigurante una curiosa versione della catena alimentare: George Soros, celebre multimiliardario ebreo, guida una serie di esche che coinvolge i rettiliani, un mercante massonico gobbo dal naso adunco e diversi nemici politici (interni) del padre. Se l’antisemitismo cresce nel grembo di Sion perché non dovrebbe nelle borgate romane? Rigurgiti di natura diversa, naturalmente, sebbene uniti da pericolosissima osmosi. I fascisti pescano ancora nella brodaglia novecentesca, i tempi sono propizi. I millennials e post-millenials invece soffrono dello svaporamento teologico della Shoah, diventata nonostante l’egemonica propaganda sionista- forse in ragione della stessa- un episodio biblico svuotato di contenuti reali. Un bel guaio, e vasto. Forse per questo Lotito è ancora vivo. Qualche oscuro vecchio nella pampa argentina si sbudella dalle risate.
Luca Foschi
(Inviato di guerra da Aristan\ Aristan’s war correspondent)

Resta un mistero come si possa sopravvivere a gaffe come quella di Lotito, sulla via per la sinagoga beccato a dire “Famo sta sceneggiata”. (da A LOTÌ, MAGNA TRANQUILLO, editoriale di Luca Foschi)

La sceneggiata di La Smorfia da: Giochiamo al varietè (1979)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA