MIO NONNO MORÌ VESTITO DA INDIANO: QUANDO CAPIRETE PERCHÉ NON CI CREDERETE


Editoriale del 29 luglio 2021

Quella che vedete è l’ultima foto da vivo di mio nonno Alberto, morto nel 1971 qualche ora dopo essere stato ritratto con indosso un vestito da capo indiano. Mio nonno aveva sempre vissuto in Sardegna ed era sempre stato un uomo semplice, al massimo dell’esuberanza si era concesso in vita sua un pigiama a righe. Fu dunque uno shock per la nostra famiglia fare quella strana scoperta. Perché comprendiate converrà però partire dall’inizio, da quando nonno Alberto era solo un bambino obbediente che frequentava l’asilo dalle suore sacramentine.
Per continuare a leggere il racconto dovete scorrere verso il basso fino a trovare la parola “avanti”, leggendo i consigli dei nostri sponsor che oggi riguardano, in particolare, un nuovo tipo di pantofole auto-massaggianti, una compagnia che fornisce luce e gas a prezzi irrisori, vetture invendute acquistabili a prezzi stracciati a Pabillonis, come preparare uno straordinario panino a base di carne in scatola e avocado, tutto nostrano. Tuttavia, poiché non mi viene dato molto spazio in questa rubrica vi dico subito che continuerò a spiegarvi la prossima settimana perché nonno Alberto morì vestito da indiano.

Marco Schintu (Shampista)

“Tuttavia, poiché non mi viene dato molto spazio in questa rubrica vi dico subito che continuerò a spiegarvi perché nonno morì vestito da indiano la settimana prossima.”
Da MIO NONNO MORÌ VESTITO DA INDIANO: QUANDO CAPIRETE PERCHÉ NON CI CREDERETE – Editoriale di Marco Schintu (Shampista)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA