MUSICA SOTTO L'ALBERO: 10 ALBUM DA REGALARE A NATALE


Editoriale del 18 dicembre 2018

  1. Van Morrison: The prophet speaks  (Universal)
  2. Paolo Conte: Live in Caracalla (BMG)
  3. Mark Knopfler: Down the road wherever  (Polydor)
  4. Roberto Vecchioni: L’infinito  (DM)
  5. Nico Gori: The tentet is coming to town  (Saifam)
  6. Marco Mengoni: Atlantico (RCA)
  7. Eric Clapton: Happy Xmas  (Polydor)
  8. Michael Bublé: Love  (WB)
  9. Mina: Paradiso  (WMI)
  10. Queen: Bohemian rhapsody (Virgin)

Nessuno se n’è accorto perché i dischi non si vendono più (infatti i negozi sono chiusi quasi tutti) e le canzoni si scaricano qua e là un po’ a casaccio, ma questo fine 2018 si segnala per l’uscita di una valanga di album eccellenti, come non capitava da tempo. Alcuni resteranno nella storia, come l’ultimo splendido Van Morrison, un concentrato di jazz, blues e ballads d’autore di livello stratosferico, o come il nuovo sorprendente lavoro di Roberto Vecchioni, uno dei migliori della sua discografia, nel quale, cantando Leopardi e Calvino, duetta con il resuscitato Francesco Guccini in una “Ti insegnerò a volare” che è già un classico; per non parlare dell’imperdibile concerto dal vivo a Caracalla di un ispirato Paolo Conte. Per cui quest’anno farete un figurone a regalare dischi, anche perché è tornata di moda la vecchia tradizione dell’album di canzoni natalizie (ne ha inciso uno perfino Raffaella Carrà!): vi raccomandiamo quello in chiave blues dell’inossidabile chitarra di Eric Clapton e quello, ancora più bello e trascinante, dello straordinario clarinettista jazz nostrano Nico Gori. Le novità sono molte e succose, ce n’è per tutti i gusti. E’ solo in base ai miei (di gusti) che ho compilato questa personalissima classifica di qualità, come consiglio per gli acquisti: dal formidabile rock blues di Mark Knopfler (almeno due brani, “Heavy up” e “Just a boy away from home”, sfiorano il capolavoro) allo swing elegante dell’impeccabile Michael Bublé, dall’unico vero talento uscito da X-Factor, un Marco Mengoni che oggi dimostra personalità originale e repertorio maturo (nel brano migliore, “La casa azul”, duetta nientepopodimenoche con Adriano Celentano) all’usato sicuro della grande Mina che interpreta da par suo il repertorio di Lucio Battisti. Per chiudere con la colonna sonora del bel film che racconta la vita di Freddy Mercury: se ha avuto un gran successo è soprattutto per merito di questi classici che hanno fatto la storia del rock, tanto che adesso il mito dei Queen sembra affiancare quello dei Beatles. Sono dieci occasioni per riconciliarvi con la musica: per Natale è un po’ triste scaricare da Youtube o Spotify. Fate una follia e comprate i cd o i vinili. Come disse Giuseppe Verdi, che di musica se ne intendeva, “tornate all’antico e sarà un progresso”.

Fabio Canessa

Preside del Liceo Olistico Quijote

 

per non parlare dell’imperdibile concerto dal vivo a Caracalla di un ispirato Paolo Conte (da MUSICA SOTTO L’ALBERO: 10 ALBUM DA REGALARE A NATALE – Editoriale di Fabio Canessa)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA