PANGEA, NOTIZIE DALL’IO: DON ANDREA GALLO


Editoriale del 27 maggio 2013

È tua, dio, la guerra infinita che sento nel cuore stanco? I figli contro il padre, la burrasca sulle agavi e gli scogli, il sangue che riempirà di stupore gli occhi nelle città future, per strade che avranno nomi d’eroi sconosciuti. Ma le gambe mulinavano fra gli alberi e superavo la corsa delle nuvole, avevo vent’anni e col fucile in mano stanavo i crucchi con il cuore limpido come i bimbi le lucertole. Giurai alla lepre e al sasso che mi sarei confuso in tutto ciò che precede la morte. Avevo vent’anni e gli aghi di pino bisbigliavano la musica d’amore che sentono solo i folli e i liberi. E sono stato poi la gola dell’assassino, la sua tristezza. Le cosce calde e il profumo spicciolo della puttana, il suo sguardo assente sul soffitto, nuvola rossa in una feritoia della notte, il genio e il piscio dell’ubriaco a scolare nei carruggi. Sono stato il corpo ribelle nella fragile morale degli omosessuali e le mani veloci dello spacciatore. Sono stato il respiro placido del potente che decide e schiaccia la gloria come un fiume di formiche. Ho ucciso e sono caduto milioni di volte, perché della mia anima ho fatto una virgola di vento, uno sbuffo di Toscano. Quindi ora basta con questi fili e questi sguardi pietosi. Mi alzerò dal letto, prenderò per l’ultima volta le strade e in discesa, con le gambe di nuovo forti, spingerò i polmoni verso il porto e in corsa, ancora, sarò il cane storto, il ciottolo sdentato, gli occhi vigili dello stupratore e la pietà incerta della vecchia, la triglia sul banco del pescivendolo e il riverbero sull’acqua in lontananza e uscito dall’ombra, uscito dall’ombra, sì, mio dio, spalancherò le braccia e spiccherò il volo come un orribile e incazzatissimo angelo e verrò a chiederti, sì, verrò a chiederti se è tua questa guerra che sento nel cuore.

Luca Foschi
(Inviato di guerra da Aristan\ Aristan’s war correspondent)

COGLI L’ATTIMO

 

Per colpa di chi è un singolo di Zucchero Fornaciari estratto dall’album Spirito DiVino (1995)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA